S.I.Me.S

Nascita del sindacato S.l.Me.S.

 

Caro medico dello sport,
perché la nascita di un nuovo sindacato?

 

Tuttora la maggior parte dei medici dello sport non hanno alcuna voce in capitolo e non sono in grado di partecipare alle scelte operative. Diventa indispensabile la presenza di un sindacato che possa essere presente e vigile al tavolo delle contrattazioni sia nazionali che regionali e aziendali.
II sindacato S.l.Me.S.  (acronimo di "Sindacato Italiano Medici dello Sport") nasce per colmare il vuoto di rappresentanza, per poter essere interlocutori attenti, non solo a livello nazionale ma soprattutto con le Regioni, dal momento che i cambiamenti del capitolo V della costituzione ha demandato ad esse la gestione e l'organizzazione della Sanità con il pericolo di accordi decentrati, che spesso hanno stravolto gli accordi nazionali.

Si rende, inoltre, interprete della grave situazione di disagio vissuto da tanti medici dello sport liberi professionisti, costretti ad esercitare la specialità come secondo lavoro e sovente, con retribuzioni squalificanti.


Per questi motivi è urgente il bisogno di porre grande attenzione ai tentativi di invasioni di campo, alle appropriazioni indebite provenienti da altre figure professionali e al preoccupante abusivismo.


II S.l.Me.S. è, quindi, un libero e unitario sindacato di diritto privato con personalità giuridica formato da medici che lavorano nel campo della medicina dello sport e di altre figure mediche professionali che operano nel campo dell'attività motoria, come strumento di riabilitazione e di mantenimento della salute pubblica.


Si definisce unitario perché l'unità e la condivisione dei cambiamenti sono la forza e fattori di crescita delle categorie interessate.
II S.l.Me.S. dà voce a tutti e considera le idee di tutti non come diffidenza a polemica ma come un momento costruttivo di confronto.
Come sindacato si propone di essere coeso, forte, combattivo, determinato a porre in essere tutte le possibili azioni di difesa e pronto a rimanere fedele ai suoi principi statutari, sempre nel rispetto del vivere civile.
Insomma, un sindacato in grado di sfidare il futuro, di avere il coraggio delle proprie scelte, di diventare protagonista della politica sanitaria italiana per quanto riguarda la medicina dello sport e le attività motorie. Sicuramente il S.l.Me.S. non sarà un sindacato di comodo né di palazzo.
II S.l.Me.S. intende diventare un sindacato moderno e per esser tale deve tenere saldi i rapporti con tutte le figure che si interessano di sport e con tutte le parti della società civile interessata.
In un momento cosi difficile non si può restare indifferenti, bisogna ritrovare il senso dell' appartenenza e, per questo, c’è bisogno dello sforzo di tutti per poter essere più tutelati per il lavoro che svolgiamo, per difenderci dal contratti atipici e da compensi spesso vergognosi a fronte di grandi responsabilità.
Sappiamo bene che per contare, oltre la diplomazia, occorrono i numeri e la forza delle azioni. II futuro è nella crescita degli iscritti.


Associati al S.l.Me.S.: il sindacato del cambiamento e del coraggio delle scelte.


 

Ai sensi e per gli effetti dell'art. 35, comma 1, del d.p,r, 633/72, così come modificato dall'art 2 del  d.p.r 5 ottobre 2001, n. 404, e dell'articolo 2250 del Codice civile come modificato dall'articolo 42 della legge 88 del 7 luglio 2009, si riportano le seguenti informazioni: Ragione sociale: Sindacati SIMeS, Sindacato dei Medici dello Sport e delle attività fisiche. Sede legale: Via N. Bixio 53 - 31100 Treviso. Sede Operativa: Via N. Bixio 53 - 31100 Treviso. Codice Fiscale e Partita IVA: 00000000000000.  PEC: sindacatosimes@pec.it

NOTE LEGALI: Privacy | Termini | Cookies
 
Copyright © 2017 www.sindacatosimes.it - All rights reserved